Giardineddu blog

Just another WordPress.com weblog

L'Aquila, No global in corteo la "new town" a rischio blitz

La contrada di Bazzano è, sul percorso, il punto più critico e più “sensibile” per i raid dei Black Bloc che si potrebbero mischiare e nascondere fra gli 8-10 mila attesi in Abruzzo per protestare contro il G 8.

“Ma domani qui ci sarà un esercito intero, mi hanno avvertito che tutta la zona sarà presidiata dalle forze di polizia”, racconta L., il vigilante della Mission Group, la società di sicurezza assoldata dalle imprese che stanno costruendo la prima new town del dopo terremoto, quella che per i No Global rappresenta “la shock economy”.

Chi è nelle tende non è contento di quanto si sta facendo per l’Aquila, e lo stesso vale per chi è ospitato negli hotel e negli alloggi in affitto sulla costa.

Tutto si deciderà nei quasi 7 chilometri di strada fra la stazione di Paganica e la villa comunale, prima il cantiere di Bazzano poi quello di Sant’Elia, due tendopoli, un centro commerciale, un agglomerato di case coloniche, una salita – la zona della basilica di Collemaggio – e infine il centro storico dell’Aquila circondato da militari.

Fonte: www.repubblica.it

Advertisements

November 26, 2009 Posted by | Uncategorized | | Leave a comment